Libro: Milioni di Farfalle

IMG_20170611_203103.jpg

Trama:

“Ero in un posto con tante nuvole, bianche e rosa in mezzo a un cielo blu intenso…. Intorno a noi c’erano milioni di farfalle, un fiume di vita e di colore che scorreva nell’aria” queste sono alcune delle parole usate da Eben Alexander, neurochirurgo e professore alla Medical School dell’università di Harvard per descrivere il Paradiso. Il dottor Alexander è uno scienziato che non ha mai creduto alla vita dopo la morte eppure è toccato a lui esserne testimone. Nel 2008 ha contratto una rara forma di meningite e per sette giorni è entrato in coma profondo che ha azzerato completamente l’attività della sua corteccia cerebrale. In pratica il suo cervello si è completamente spento, eppure una parte di lui era ancora vigile e ha intrapreso uno straordinario viaggio verso il Paradiso. Al suo risveglio il dottor Alexander era un uomo diverso, costretto a rivedere le sue posizioni profondamente razionali sulla vita e sulla morte: esiste una vita oltre la vita, esiste il Paradiso ed è un luogo d’amore e meraviglia. “Milioni di farfalle” è la testimonianza di questa incredibile esperienza. È un libro rivoluzionario in grado di mettere in discussione anche il più scettico dei lettori.

Le mie impressioni:

Sto partecipando a due challenge di libri (The Hunting Book Challenge e Il Torneo dei Lettori Professionisti) e questo libro calzava bene per entrambe le Challenge.
Ho scelto quindi di leggerlo perché ho sempre avuto un lato molto spirituale e tendenzialmente sentivo il bisogno di qualcosa che mi confermasse che qualcosa dopo la morte c’è. Ho scelto quindi di leggere questo libro che potremmo definire per metà biografia e per metà testimonianza del neurochirurgo Eben Alexander.
Ho trovato questo libro in un mercatino dell’usato, volevo leggerlo già da mesi, e me lo sono ritrovato davanti al prezzo stracciatissimo di 1 euro così ho colto l’occasione e l’ho preso. In realtà poi me l’ha regalato Ale perché sapeva lo volevo.

Devo dire che sono stata scettica un po’ per tutta la durata della lettura, non solo perché trattandosi di una esperienza personale non si è certi che si sia verificata realmente, anche se l’autore sottolinea che il suo cervello durante il coma era inattivo, e mette in campo anche le sue conoscenze mediche per avallare la tesi. Ma mi è comunque rimasto il dubbio che potesse non aver mai vissuto l’esperienza, o che l’avesse sognata anche se è bello pensare che il Paradiso esiste, e lui ci sia stato seppur per un breve periodo.

La lettura purtroppo anche se dalla trama, e per l’argomento, pare interessante risulta davvero difficile. E’ scritto in maniera che a volte risulta confusa, o difficile da spiegare e le parti più interessanti sono quelle in cui Eben Alexander racconta la sua vita (terrena) che non è stata facile e che è sempre stata piena di attività e con un lavoro molto importante.
Un alternarsi di racconti della vita che l’ha portato ad essere l’uomo che è a quelli all’interno “dell’utero cosmico” che “vive” nel momento del coma, un periodo in cui nulla della vita terrena gli appartiene, nemmeno i ricordi ma tutto ciò che lo circonda sembra essere la sensazione di essere amato.

Speravo potesse essere più coinvolgente, forse è dovuto al fatto che in questo momento preferisco i romanzi più che le biografie o i saggi (in realtà da sempre) perché questo tipo di lettura mi risulta difficile e non mi prende fin dall’inizio.
Infatti durante la lettura ho letto altri libri, interrompendo in parte questo per poi riprenderlo con grande fatica. Sono stata sul punto di abbandonarlo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...