Recensione Libro: La figlia del mercante di tè.

download-1

Genere: letteratura internazionale
Autore: Janet MacLeod Trotter
Editore:Newton Compton
Formato:rilegato
Pagine: 352

Trama.

India, 1905. Clarissa e Olive Belhaven vedono minacciata la loro vita e la loro piantagione di tè dai debiti del padre alcolizzato. Wesley Robson, uno sfacciato e giovane imprenditore, si offre di salvare la piantagione in cambio della mano di Clarissa, ma il padre rifiuta. Quando l’uomo muore, le sue figlie sono costrette a tornare in Inghilterra dallo zio e lavorare nel suo pub a Newcastle. Clarissa è sconvolta dalla povertà che la circonda e non sopporta la cugina…

Le mie impressioni.

Questo romanzo mi ha lasciato un senso di perdita non appena l’ho finito.
Era da parecchio che non mi capitava.

Mi sono rifiutata di mettervi la trama per intero perché rileverebbe tutto e allora tanto vale leggerlo!

Durante i primi capitoli credevo di aver capito già tutto avendo il pregiudizio che avesse una trama scontata. Niente di più sbagliato. Certi personaggi scompaiono per parecchio per poi tornare per caso.
Non amo i libri che narrano per un lungo periodo di tempo, questo inizia nel 1905 e termina nel 1919, ma non apprezzo nemmeno particolarmente quelli in cui si svolge tutto in fretta! Quindi alla fine il fattore tempo è stato sopportabile.
La protagonista, Clarrie, insieme a sua sorella Olive incorre in tantissime vicissitudini una più catastrofica dell’altra dandomi l’impressione di essere all’interno di un dramma continuo.
Però questo ha permesso di essere stupita da parecchi colpi di scena che non mi aspettavo aiutando a costruire una trama intrecciata e ricca non diventando banale.
In più ho apprezzato che non fosse tutto un lieto fine assoluto perché nella vita reale non è mai così, e questo è un grande punto a favore perché il romanzo mi è sembrato più credibile.

Inoltre mi ha ricordato diverse volte quel capolavoro che è Orgoglio e Pregiudizio, uno dei miei romanzi preferiti, per via del carattere dei protagonisti. Clarrie è una ragazza anticonformista, testarda e orgogliosa che si è lasciata contagiare dai pregiudizi del padre. E’ evidente quanto la ragazza abbia continui sensi di colpa che cerca di risolvere con un’atteggiamento da martire.
La cosa fastidiosa è che chiunque la conosca è ammaliato da lei ma tutti i personaggi devono avere tratti antipatici altrimenti sai che noia!

Uno dei protagonisti maschili l’ho adorato, ma non posso dire troppo per non spoilerare nulla, mi ha ricordato comunque vagamente Mister Darcy…quindi *-*

Buone letture
Alessandra
Ale&Ale ❤

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...