Recensione libro: Le lettere segrete di Jo

img_20170129_123304

Genere: letteratura rosa
Listino:€ 16,00
Editore: Giunti
Pagine:464
Formato:rilegato
Lingua:Italiano
Titolo originale: The little women letters


Trama: Lulu è un vero disastro, ne combina una dietro l’altra e, a differenza delle due sorelle, non sa immaginare nitidamente il suo futuro. Passa senza sosta da un lavoretto all’altro, sentendosi sempre più disorientata e insicura. Ma cosa succede se un giorno, in soffitta, mentre rovista in una vecchia valigia alla ricerca di alcune ricette, si imbatte per caso in un plico di lettere scritte nientemeno che dalla trisnonna Jo March, l’intrepida protagonista di Piccole donne? Per Lulu non può esserci rivelazione più grande. Timorosa, ma al massimo dell’eccitazione, serba il segreto tutto per sé e si fa trascinare nel mondo delle sorelle March, pieno di analogie con le inquietudini e le disavventure della sua vivace famiglia. E mentre la saggezza e il coraggio di nonna Jo le scaldano il cuore, Lulu sente crescere dentro di sé una forza inaspettata, che la aiuterà a trovare con passo sicuro la sua nuova strada.

Questo romanzo è un book sequel di Piccole Donne uno dei miei romanzi preferiti in assoluto.

La mia opinione: Più che un sequel però è piuttosto un omaggio al famoso romanzo della Alcott infatti i personaggi principali sono delle copie delle sorelle March.

Le protagoniste sono tre sorelle: Emma, la versione moderna di Meg, una donna in carriera molto pratica e organizzata prossima alle nozze, Lulu la sorella mezzana un po’ sciatta ma col cuore grande che cerca il suo posto nel mondo (Jo) e l’ultima sorella Sophie una aspirante attrice e una versione ugualmente bella e a tratti fastidiosa della Amy della Alcott.

Il romanzo di apre con una lettera di Jo che, dopo aver avuto due figli maschi (già presenti in Piccoli Uomini della Alcott), annuncia la nascita di una bambina Josephine detta Cissie. Cissie è la trisnonna di Emma, Lulu e Sophie.

Un giorno per caso Lulu si imbatte nella corrispondenza delle tre sorelle March (soprattutto di Jo) e comincia ad affezionarsi a quella nonna tanto simile a lei che fino a poco tempo prima derideva pur non avendola mai conosciuta.

Alcuni dei personaggi minori invece sembrano troppo perfetti (leggi fidanzato di Emma) che da un momento all’altro ti fanno aspettare che facciano una cosa indicibile che poi non succede rimanendo nella loro perfezione! e dico: Un difettuccio ce l’avrà anche sto ragazzo no?
Emma invece, nonostante sia quella posata, riflessiva, e totalmente razionale ogni tanto mostra segni di impulsività che la rendono più umana e simile alle sorelle che sono un concentrato di difetti 😛
I genitori delle ragazze poi sono dei personaggi simpatici, soprattutto la mamma americana (un po’ gipsy discendente appunto da Jo March) che a tratti ricorda vagamente, nei dialoghi con le figlie in particolare, alla signora March anche se in versione moderna.
La prozia Amy poi è una copia esatta della temibile zia di Piccole Donne.

Il romanzo è quasi tutto incentrato su Lulu, è molto piacevole e scorrevole e l’unico problema riscontrato è che le lettere non seguono un ordine cronologico.
Ogni tanto nei dialoghi ci si perde un po’ ed è difficile capire chi stia parlando anche se poi si riprende il filo.
È bello rileggere alcune delle avventure delle piccole donne tramite le lettere, che sembrano proprio scritte dalla mano di Louisa M. Alcott, e avevo paura che personaggi così simili potessero avere le stesse relazioni e avventure.
Per fortuna è così solo in parte.
Il finale è carino anche se troppo a lieto fine. Lo consiglio a chiunque abbia amato le piccole donne di Louisa May Alcott.

Buone letture
Alessandra 🙂
Ale&Ale ❤

 

Annunci

2 pensieri su “Recensione libro: Le lettere segrete di Jo

    • Si un personaggio che ho amato anche io, ti consiglio anche “Arrivederci piccole donne” di Marcela Serrano, una versione ambientata in Cile e rivisitata in chiave moderna (anni 70/90 se non sbaglio) diciamo che è un omaggio a Piccole donne!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...